Comunicati | 4 Agosto 2015 | Fabio Ciarla

Vendemmia 2015 a Donnafugata, al via con lo Chardonnay in notturna.

Un’annata che si preannuncia felice e che potrà dare bianchi profumati, rossi fruttati e dall’ottimo potenziale di invecchiamento.

Fino alla fine di giugno, l’annata si è contraddistinta per un andamento climatico più fresco e piovoso delle medie stagionali, prefigurando un ritardo sulle abituali maturazioni delle uve nella tenuta di Donnafugata a Contessa Entellina.
Per quanto riguarda le precipitazioni, dall’1 ottobre 2014 al 31 luglio 2015, si sono avuti 698 mm di pioggia contro i 656 della media degli ultimi 10 anni (www.sias.regione.sicilia.it).
A Luglio si sono avute temperature massime superiori rispetto ai valori medi del periodo, che hanno favorito il processo di maturazione delle uve, colmando quello che era il ritardo registrato fino a Giugno. La temperatura massima registrata a luglio è stata di 39° C e la minima di 18° C, a testimonianza delle notevoli escursioni termiche cha caratterizzano le colline di Contessa Entellina favorendo nelle uve la concentrazione di precursori aromatici che potenzialmente daranno vini molto profumati.
Lo Chardonnay – prima varietà a giungere a maturazione – in alcuni vigneti è in lieve anticipo; quello del La Fuga si è iniziato a vendemmiarlo a partire da ieri, in notturna. Si evitano così i rischi di fermentazioni indesiderate nel trasporto delle uve dalla vigna alla cantina e di volatilizzazione degli aromi in fase di pressatura.
Rispetto alla media degli ultimi anni, le quantità prefiguravano un lieve incremento compreso tra il 10 ed il 15%; per tale motivo si è già proceduto alla vendemmia verde in alcuni vigneti di Grillo, Cabernet Sauvignon e Nero d’Avola, allineando il carico produttivo agli obiettivi qualitativi dell’azienda.
Incrociando le dita sul possibile andamento climatico delle prossime settimane, ad oggi quella del 2015 si annuncia come un’annata molto felice sia per i bianchi che per i rossi.
Molto positive sono anche le previsioni di vendemmia a Pantelleria dove Donnafugata coltiva lo Zibibbo su circa 68 ettari di vigneto.
Le quantità che si stima potranno essere raccolte sull’isola del sole e del vento sono in linea con gli obiettivi qualitativi dell’azienda. Si prevede di dare avvio alla vendemmia a partire dalla seconda metà di agosto.
“Parte la vendemmia 2015 con lo Chardonnay e l’avvio è di ottimo auspicio – spiega Antonio Rallo, titolare di Donnafugata e responsabile produzione dell’azienda -. Se continuerà a fare bel tempo, potremo avere uve eccellenti da tutti i vitigni che potranno darci bianchi profumati e rossi dal bouquet fruttato e grande potenziale di invecchiamento.”

www.donnafugata.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.