Comunicati | 23 Marzo 2018 | Fabio Ciarla

L’ITALIA PROTAGONISTA ASSOLUTA ALLA PROWEIN CON LA DEUTSCHLAND SOMMELIER ASSOCIATION (DE.S.A.)

Sold out per le numerose iniziative messe in campo nello spazio guidato da Sofia Biancolin.
Un’area che si conferma piattaforma privilegiata per il vino italiano

Più di 1.430 i professionisti che hanno visitato lo stand DE.S.A.
Circa 1.600 gli incontri tra espositori e compratori internazionali.

Per tre giorni è stato un vero e proprio ‘hub’ del vino italiano, confermandosi piattaforma privilegiata per la promozione e il business tricolore. Anche per la XXV edizione della ProWein di Düsseldorf, dal 18 al 20 marzo, lo stand della Deutschland Sommelier Association (DE.S.A.) si è rivelato infatti il principale catalizzatore di interesse verso i territori e le cantine del Belpaese, attirando più di 1430 visitatori professionisti – tra operatori, buyer, manager e giornalisti – e favorendo circa 1.600 incontri tra gli espositori presenti e i compratori internazionali. Un bilancio più che positivo raggiunto anche grazie al fitto programma di eventi, tutti sold out, messi in campo nei 220 mq di superficie espositiva e raccontati con l’ausilio di grandi esperti dal calibro internazionale, tra giornalisti e Master of Wine. A partire, ad esempio, dalle degustazioni verticali che hanno celebrato grandi territori e griffe italiani e non solo, spaziando dal Franciacorta Ricci Curbastro al Custoza di Monte del Frà; dal Brunello di Montalcino e Solengo al Calcarole Amarone Classico Riserva di Guerrieri Rizzardi; dal Lugana a Rancia Riserva e Colonia Riserva Gran Selezione di Felsina, fino allo champagne Lanson Noble Cuvée, gradito ospite tra le tante eccellenze tricolori.

“Siamo molto soddisfatti perché anche quest’anno abbiamo registrato una grande affluenza di pubblico – ha detto Sofia Biancolin, Presidente della DE.S.A. – forti di 70 aziende, due consorzi e un’associazione di viticoltori ospitati in un’area ampliata di 220 metri quadrati. Soprattutto siamo orgogliosi perché abbiamo visto i tanti produttori coinvolti davvero soddisfatti per i contatti avviati o consolidati nel nostro spazio. Dare la giusta visibilità ad alcune delle più importanti espressioni del made in Italy enologico, ma anche agli emergenti, era uno dei nostri principali obiettivi, insieme alla volontà di offrire un palcoscenico ulteriormente strategico per gli affari all’interno di una fiera, la ProWein, che già di suo rappresenta una tappa obbligata per proporsi sui mercati di tutto il mondo. Direi che ci siamo riusciti in pieno e con questo stesso entusiasmo continueremo a scommettere sull’Italia del vino anche nei prossimi anni”.

Chiusa questa edizione, la DE.S.A. si prepara infatti alla ProWein di Düsseldorf del 2019, di scena dal 17 al 19 marzo, ma intanto guarda già ad Oriente con la ProWine Asia 2018 (Singapore, 24-27 aprile) e la ProWine China 2018 (Shanghai, 13-15 novembre).

 

Fonte: MG LOGOS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.