Comunicati | 4 Aprile 2018 | Fabio Ciarla

FIRRIATO SI RAFFORZA CON FEDERICO CURTAZ

L’enologo valdostano diventa consulente dell’azienda siciliana per i vini che saranno prodotti sull’Etna

Il laboratorio enologico dell’Etna è un fucina naturale vocata all’eccellenza che ha bisogno sempre di cura ed attenzione per estrarre il meglio dal suo terroirFirriato è stata una delle prime maison a sbarcare alle pendici del Vulcano per dare sbocco al proprio progetto di Terroir Autentico con una viticoltura di montagna in grado di svelare la ricchezza e la complessità di questo contesto unico al mondo. In questi anni lo staff tecnico ha lavorato su esposizioni e differenti microclimi, su piante centenarie e nuovi impianti che hanno fatto dell’azienda della famiglia Di Gaetano una delle firme più autorevoli per quel che concerne le produzioni enologiche etnee.

In considerazione del costante e crescente impegno nella valorizzazione della viticoltura etnea, Firriato si avvarrà anche della professionalità dell’enologo e agronomo valdostano Federico Curtaz. Un ingresso salutato con grande soddisfazione dallafamiglia Di Gaetano.

“Attualmente disponiamo di vigneti in diverse contrade – dichiara Federico Lombardo di Monte Iato, COO Firriato – contiamo di completare in breve tempo il nostro progetto viticolo valorizzando sempre più le varietà tradizionali dell’Etna (Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante e Catarratto) ed esplorando nuove zone nei differenti versanti del Vulcano. La competenza e la professionalità di Curtaz ci consentiranno sempre di più di produrre vini espressione di questo contesto montano straordinario e sarà un ulteriore stimolo a interpretare al meglio la vocazione di questo terroir. Curtaz è un grande conoscitore dell’Etna e la sua esperienza ci aiuterà  a valorizzare l’impegno produttivo dedicato in vigna, ottenendo vini che sappiano esprimere sempre di più e al meglio gli elementi peculiari dell’Etna”.

Curtaz vive la vigna e il vino con passione e professionalità. Dopo aver lavorato per quindici anni con Angelo Gaja, riscuotendo i massimi riconoscimenti per i suoi vini, ha avviato da diversi anni l’attività di libero professionista diventando il punto di riferimento per le produzioni di nicchia in contesti produttivi di eccellenza.

 

Fonte: Gran Via – Società & Comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.