Comunicati | 24 Settembre 2015 | Fabio Ciarla

1,2,3… Barbera d’Asti

Domenica 20 settembre la Barbera d’Asti è scesa in campo per riaffermare tutti i suoi valori. Da Bruxelles ad Asti, passando per decine di piazze italiane; il tutto all’insegna del grande rosso piemontese.

Bruxelles, Italia, Asti; a dirlo non è una bussola impazzita bensì il Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, che nella domenica appena trascorsa si è prodigato per portare in giro per l’Europa i colori ed i valori delle proprie colline.

Mentre a Bruxelles la prima edizione del Brussel Strabun Festival faceva segnare numeri di tutto rispetto, con circa 2.000 persone impegnate a brindare lungo la simbolica Via della Barbera d’Asti che univa i 7 locali partecipanti all’iniziativa, ad Asti, in occasione della Douja d’or, si teneva un convegno tra soggetti pubblici e privati riguardo alle opportunità offerte dal riconoscimento a patrimonio Unesco del Monferrato.

Il terzo appuntamento è stato invece un momento di solidarietà, con il Consorzio della Barbera d’Asti impegnato a fianco di AISLA, Regione Piemonte e Fondazione Cassa di Risparmio d’Asti nella lotta che quotidianamente l’Associazione svolge contro la Sla; il risultato sono state ben 12.000 bottiglie di Barbera d’Asti distribuite in 150 piazze italiane per raccogliere fondi da destinare alla ricerca.

Il nostro vuole essere un impegno a tutto campo – afferma Filippo Mobrici, Presidente del Consorzio -. Non dobbiamo mai scordarci infatti che attorno ad una bottiglia di Barbera d’Asti esiste tanto un territorio da valorizzare nel mondo grazie ad uno sforzo congiunto quanto delle persone coraggiose, che meritano tutto il nostro sostegno”.

www.viniastimonferrato.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.