Comunicati | 4 Aprile 2015 | Fabio Ciarla

“15 anni di…vini” Museo diffuso del Vino a Monte Porzio Catone

“15 anni di…vini”

Domenica 12 aprile 2015 – Ore 10.30

 Museo diffuso del Vino

Via Vittorio Emanuele II, n. 22/32/46 – Monte Porzio Catone (Rm)

 

L’8 aprile 2015 saranno trascorsi 15 anni dall’inaugurazione del Museo diffuso del Vino. Un lungo percorso che ha visto avvicendarsi studiosi, estimatori e appassionati delle tradizioni enologiche dei Castelli Romani, che si sono alternati nell’ideazione, gestione e vita di questa istituzione museale.

Nel corso di questi anni il museo ha ampliato la propria collezione di reperti, i propri locali espositivi, e ha organizzato eventi legati al mondo del vino e alle tradizioni agricole territoriali. Ha ottenuto l’inserimento nell’Organizzazione museale della Regione Lazio e nel Sistema museale regionale tematico Demos. Ha incrementato le attività di ricerca scientifica, dando luogo alla pubblicazione del catalogo del museo “Una borgata che è tutta un’osteria” –  Il museo diffuso del Vino di Monte Porzio Catone, edito nel 2012 a cura di Simona Soprano, e al recente progetto “Travaso di Cultura”, che utilizzando le nuove tecnologie QrCode e wi-fi ha integrato l’allestimento museale con documentari antropologici e schede di approfondimento scientifico.

Il 12 aprile, il Comune di Monte Porzio Catone, in collaborazione con il Polo Museale e l’Associazione Manacubba, hanno voluto organizzare un evento per festeggiare l’importante traguardo, da vivere insieme a tutti coloro che hanno collaborato, visitato e contribuito alla vita stessa del museo, creando così un’occasione, per chi ancora non lo avesse conosciuto, di visitarlo in una giornata interamente dedicata alla sua storia e al suo futuro.

 

Programma della giornata

– Ore 10.30 “15 anni di…Vini”

Storia, evoluzione e prospettive del Museo diffuso del Vino

 

“Ideamusei”
Inaugurazione della mostra itinerante dei musei demoetnoantropologici della Regione Lazio.
Saranno presenti i curatori Antonio Riccio, Marco D’Aureli e Marco Marcotulli.

La mostra propone alle comunità, agli amministratori locali e alle scuole il molteplice, e in parte, sconosciuto volto dei musei afferenti al Sistema del Lazio Demos. L’esposizione per frammenti di tale ricca realtà vuole stimolare maggiore interesse verso un mondo, prossimo e vicino, che rischia di essere percepito distante ed estraneo. I musei Dea sono invece espressione di comunità locali, consapevoli e orgogliose delle proprie radici ma distanti da ogni localismo, attivamente coinvolte e partecipi dei flussi culturali contemporanei.

Attraverso un paesaggio fotografico e tematico per pannelli, l’esposizione vuole introdurre i visitatori “in un mondo estraneo reso familiare e conosciuto “ come W. Goldschimdt definiva il lavoro etnografico, un lavoro “che richiede un cuore”.

Un’iniziativa per invitare il pubblico a scoprire la bellezza, la ricchezza e la diversità di questi patrimoni museali in mostra.

-Ore 11.30 “Il Frascati della memoria”

 

Etno-degustazione itinerante nelle sale museali: tre vini per tre diverse epoche e stili del vino Frascati.

A cura di Simona Soprano e Maurizio Taglioni.

 

Saranno proposti in degustazione tre vini locali, a rappresentare tre diverse epoche e stili della Doc/Docg Frascati

– La tradizione: vino bianco ottenuto da fermentazione con le bucce. Cantina Carlo Picco, Monte Porzio Catone;

– Il presente: Frascati Doc 2014. Cantina Sociale di Monte Porzio Catone.

– Le nuove tendenze: Frascati Superiore Docg Abelos Bio 2014 (senza solfiti aggiunti). Azienda Biologica De Sanctis, Frascati.

 

Inoltre per l’intera giornata, nella Sala Video del museo, saranno proiettati i documentari della collana di antropologia visiva del Sistema Demos della Regione Lazio:

 

“Il lavoro di Azeglio. Il rito del Toro ossequioso a Bacugno” Regia di Marco Marcotulli – Progetto scientifico di Marco  D’Aureli

“Il pranzo del Purgatorio” Regia di Marco Marcotulli – Consulenza scientifica di Marco D’Aureli.

“La misura fa il soldo. Il taglio del bosco nel viterbese” Regia di Francesco Galli – Progetto Scientifico di Davide Bertolini.

“Maremma laziale. Uomini e cavalli” Regia di Marco Marcotulli e Rosa Anna Arlacchi –  Consulenza scientifica di Marco D’Aureli.

“Tira dritto e fà bon solco. La tiratura del solco dritto a Valentano” Regia di Marco Marcotulli e Rosa Anna Arlacchi – Consulenza scientifica di Marco D’Aureli.

 

Ingresso Libero

 

Organizzazione Associazione Culturale Manacubba

www.manacubba.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.