Comunicati | 28 Set 2018 | Fabio Ciarla

I VINI DEL CONSORZIO ROMA DOC PROTAGONISTI DI UNA SPECIALE SERATA ENOLETTERARIA 

Le poesie di alcuni grandi scrittori che hanno celebrato il nettare di Bacco in abbinamento ad una grande degustazione guidata

L’appuntamento, in programma il 2 ottobre presso Red, lo spazio targato Feltrinelli, si inserisce nell’ambito di “Drink it!”, la serie di incontri promossi dal gruppo editoriale in collaborazione con aziende vinicole, scrittori e associazioni del settore enologico

---

Saranno le opere di Giovanni Pascoli, Gabriele D’Annunzio, Trilussa, Giuseppe Gioachino Belli, William Butler Yeats e Fortunato Depero a fare da fil rouge alla speciale serata enoletteraria dedicata ai vini del Consorzio Roma Doc, in programma il prossimo 2 ottobre a partire dalle ore 18.30 presso Red, lo spazio romano targato Feltrinelli (ingresso libero).

L’iniziativa – organizzata nell’ambito di “Drink it!”, la serie di incontri promossi dal gruppo editoriale in collaborazione con aziende vinicole, scrittori e associazioni del settore enologico – punta infatti a promuovere la denominazione della Città Eterna, attraverso una degustazione guidata che all’assaggio abbinerà la lettura di alcuni dei versi più famosi che inneggiano al nettare di Bacco.

“Vino e cultura insieme – spiega Tullio Galassini, presidente del neo Consorzio Roma Doc – rappresentano un volano sempre più decisivo per la promozione dei territori e dunque delle aziende, ma anche un binomio vincente per diffondere tra i giovani la conoscenza enologica e il principio del bere consapevole. La nostra partecipazione agli appuntamenti di Drink it! risponde proprio a queste logiche. Siamo infatti convinti che iniziative come queste siano occasioni ideali per avvicinare il grande pubblico all’universo della Doc Roma e dei suoi protagonisti, sfruttando il principio della convivialità e della contaminazione, in questo caso con la poesia”.

Da I tre grappoli di Giovanni Pascoli alla Canzone al vino firmata da William Butler Yeats, dal componimento Con il fiore de la bocca umida a bere di Gabriele D’Annunzio alla poesia di Fortunato Depero, Quattro bocche assetate, dai versi romaneschi di Trilussa in Vino bono a quelli di Giuseppe Gioachino Belli in Er vino, l’appuntamento con il Consorzio Roma Doc sarà quindi un viaggio sensoriale e coinvolgente per ‘sfogliare’ e scoprire i segreti del vino che si candida a diventare l’ambasciatore delle viticoltura del Lazio. Il tutto attraverso la voce narrante del giornalista enogastronomico, Fabio Turchetti.

 

DRINK-IT! con il Consorzio Roma Doc

RED – via Tomacelli 22/25, Roma

Martedì 2 ottobre 2018 dalle ore 18:30 – Ingresso libero

 

 

Fonte: MG Logos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *