Comunicati | 2 agosto 2018 | Fabio Ciarla

CODICE CITRA: È CONCETTA DI MARCO A VINCERE IL CONCORSO “MIGLIOR VIGNAIOLO PASTICCIERE DELL’ANNO 2018”

La quarantottenne di Cantina Eredi Legonziano ha conquistato la giuria di esperti con il suo “Cavalluccio della nonna” abbinato al “Moscardello” Moscato Spumante Dolce di Codice Citra

Di Campli: “Per Natale pubblicheremo un ricettario con tutti i dolci realizzati in questa edizione”

Ortona, 2 agosto 2018 – Si chiama Concetta Di Marco, ha quarantotto anni, ed è la vincitrice del concorso di cucina “Miglior Vignaiolo Pasticciere 2018”, la selezione enogastronomica promossa da Codice Citra in collaborazione con ReD Academy e rivolta ai soci delle nove cantine Citra. La Di Marco della Cantina Eredi Legonziano si è aggiudicata la finalissima che si è svolta lunedì a San Vito Chietino presentando un dolce tipico della cucina abruzzese ma rivisitato in chiave moderna come il Cavalluccio della nonna abbinato per l’occasione al “Moscardello” Moscato Spumante Dolce di Codice Citra.

L’ultimo appuntamento della gara, durata per tutto il mese di luglio con 27 partecipanti in totale, ha messo a confronto nove finalisti che avevano vinto le tappe intermedie dedicate alle singole cantine socie di Codice Citra. I concorrenti hanno partecipato alla finale preparando un dolce a tema libero, realizzato con ingredienti tipici abruzzesi. La ricetta di Concetta Di Marco è stata scelta per il richiamo alla tradizione, la presentazione originale, l’equilibrio tra gli ingredienti e il gusto eccellente. La giuria era composta da Alberta Orlandi, sommelier AIS e presidente di giuria, Silvia Celi, pasticciera professionista, Nunzio Visconti, resident chef di ReD,  Jenny Gomez, presidente Donne del Vino Abruzzo e giornalista esperta in enogastronomia, Paolo Castignani, giornalista esperto in salute e Giuliano Di Menna, esperto di tradizioni culinarie abruzzesi.   

Concetta Di Marco è socia di Eredi Legonziano da più di 25 anni, passione tramandata da suo padre,  ha tre figli, ed è da sempre appassionata di cucina. “Sono molto contenta di questo premio – ha dichiarato la vincitrice al momento della premiazione. Ho scelto questo dolce in onore di mia nonna: ero sempre affascinata dalla sua forma particolare dell’intaglio della pasta. Ho deciso di dare al dolce quel tocco di originalità e innovazione facendo l’impasto con il Montepulciano.  Ci vuole molta pazienza nel far bollire il vino, però il risultato è che la pasta è più friabile e più appetibile al gusto”. La signora Di Marco ha ricevuto in premio una Planetaria Classic.

“Anche quest’anno è stato un vero onore organizzare questo concorso che ci ha fatto riscoprire le varie tradizioni legate ai dolci abruzzesi. Ci complimentiamo con tutti i partecipanti per l’alto livello dei piatti preparati. Un augurio speciale alla signora Di Marco che porta avanti le tradizioni familiari accompagnandole all’innovazione e alla creatività. – ha dichiarato Valentino Di Campli.– Per Natale pubblicheremo un ricettario composto da tutti i piatti proposti in questa edizione”.

“Il concorso «Miglior Vignaiolo- Pasticciere dell’Anno» organizzato con Codice Citra è stata per noi, ancora una volta, un bellissimo percorso per rivivere e riscoprire i dolci abruzzesi e le loro peculiarità legate ai vari territorio di origine. E’ immensa la ricchezza delle nostre tradizioni e l’unicità legata ai diversi paesi e alle tradizioni familiari, ricette secolari che appartengono alla nostra cultura da generazioni.” ha dichiarato Gianfranco Nocilla, Direttore della Scuola di Cucina ReD.

 

Di seguito l’elenco dei nove finalisti e i dolci presentati:

 

  • Felicia Cionci – Cantina San Nicola (Pollutri) – “Rotolo di pan di Spagna con ripieno di marmellata d’uva”

 

  • Silvana Virtù – Cantina Paglieta (Paglieta) – “Bocconotti all’amarena su riduzione di vino dolce”

 

  • Concetta Di Marco – Cantina Eredi Legonziano (Lanciano)– “Cavalluccio della nonna”

 

  • Maria Fabiano – Cantina Progresso Agricolo (Crecchio) – “Frolla mandorlata al moscato”

 

  • Liberata Marcucci – Cantina San Zefferino (Caldari) – “Dolci colline teatine”

 

  • Antonio Carbonetta – Cantina Rinascita Lancianese (Lanciano) – “Crispelle lancianesi”

 

  • Daniela Candeloro – Cantina Sincarpa (Torrevecchia) – “Sbriciolata di ricotta, pere e zafferano con granita di Montepulciano”

 

  • Nicoletta Marrocco – Cantina Coltivatori Diretti Tollo (Tollo) – “Torta rustica di pane al Montepulciano”

 

  • Mara Berghella – Cantina San Giacomo (Rocca San Giovanni) – “Torta morbida al Montepulciano”

 

Il Concorso “Miglior Vignaiolo Pasticciere” è una selezione enogastronomica organizzata da Codice Citra e dalla Scuola di Cucina ReD che ha come obiettivo la valorizzazione dei dolci tipici della tradizione. Inoltre, si propone come un’opportunità per la diffusione dei principi di una sana e corretta alimentazione nel rispetto della cultura territoriale, stagionalità dei prodotti ma anche innovazione.  Il concorso, rivolto ai soli soci Codice Citra che non svolgano il mestiere di cuoco come attività professionale, si è articolato in tre tappe, dove si sfidavano tre cantine per ogni tappa. Per ogni singola selezione ogni cantina associata ha presentato tre partecipanti che hanno proposto e preparato un dolce della tradizione abruzzese da abbinare al “Moscardello” Moscato Spumante Dolce di Codice Citra. Rispetto della tradizione, gusto e presentazione del piatto erano i criteri giudicati dalla giuria per stabilire i vincitori, che hanno avuto accesso all’evento conclusivo di ieri, in cui i nove migliori cuochi rappresentanti delle relative cantine socie si sono sfidate nel corso della finalissima.

 

Codice Citra, fondata nel 1973, raggruppa nove cantine della provincia di Chieti. E’ la principale realtà produttiva vitivinicola d’Abruzzo, che unisce tecnologia, controllo e competenze di una grande azienda alla qualità e alle peculiarità del lavoro tradizionale di 3.000 famiglie di soci vignaioli che coltivano 6.000 ettari di vigneti.

ReD Academy è un progetto di promozione della cultura culinaria e di sostegno alla ricerca e sviluppo in campo alimentare, aperto alle esigenze di aziende italiane ed estere e di gruppi d’interesse internazionali. Ente di formazione accreditato dalla Regione Abruzzo, ReD offre percorsi didattici in cucina e pasticceria in italiano e inglese, su più livelli di complessità ed approfondimento, al fine di rispondere in maniera qualificata e modulare a tutte le esigenze formative in campo gastronomico. Nello stesso tempo, ReD offre ad aziende e professionisti servizi di R&D in campo alimentare, col duplice obiettivo di innovare, migliorare l’offerta e sostenere i valori di benessere, crescita ed eticità.

 

Fonte: ABSIT Daily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *