Collaborazioni | 14 giugno 2017 | Fabio Ciarla

Vinibus Terrae, Brindisi si presenta al grande pubblico del vino

L’immagine restituita dalle tre serate è sicuramente di una Puglia in gran fermento, con un’identità enologica importante e netta pur se perfezionabile

La data forse non era la migliore ma è pur vero che giugno è un mese pieno di eventi e, soprattutto, Vinibus Terrae era collegato alla 32esima edizione della regata d’altura Brindisi-Corfù e quindi… Quindi il neonato Consorzio Discovery ha puntato sul periodo 2-6 giugno per dare vita al primo degli eventi “misti” sui quale vuole puntare per rilanciare Brindisi e il suo areale. In questo caso vino e vela, ma i quattro fondatori del consorzio hanno già in mente tante altre iniziative.

Lo scopo è promuovere il territorio con i suoi punti di forza, espressi in parte proprio dai quattro fondatori del Consorzio Discovery: Pierangelo Argentieri, vice presidente della Federalberghi di Puglia e Presidente Associazione Puglia Hortus (mostra mercato dell’orto e del giardino); Teo Titi, presidente della sezione Turismo Confindustria di Brindisi; Giuseppe Danese, organizzatore del campionato mondiale della motonautica per la Puglia e Luigi Rubino delle Tenute Rubino.

Continua a leggere sul Corriere del Vino

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *