Comunicati | 3 ottobre 2018 | Fabio Ciarla

Festa dell’Uva e dei Vini di Velletri, una 88esima edizione da ricordare

Boom di presenze per l’edizione 2018

Tre giorni di canti, balli e cortei storici hanno animato il centro cittadino

Tre giorni all’insegna del vino e dell’uva quelli che si sono svolti a Velletri il 28, 29 e 30 settembre 2018. Nonostante l’età adulta, ben 88 anni dalla sua prima edizione, la Festa dell’Uva e dei Vini di Velletri con gli anni, come il buon vino, migliora ma non invecchia. Il centro storico, pieno di eventi, è stato invaso da un esercito di appassionati, esperti del settore e semplici curiosi. Da piazza Mazzini passando per Corso della Repubblica e piazza Cairoli fino ad arrivare a piazza Garibaldi, le vie sono state animate da cortei storici e musica.

La sagra che valorizza gli antichi valori e le tradizioni e promuove i prodotti del territorio, è stata inaugurata sabato 29 settembre alle 16.30 nella cornice storica dell’antica Cattedrale di San Clemente. Il consigliere delegato all’organizzazione dell’evento, Mauro Leoni, primo a prendere la parola, ha ringraziato tutti i suoi collaboratori, le associazioni del territorio, e gli impiegati comunali che con il loro lavoro, corale, hanno portato alla realizzazione dell’evento. Orlando Pocci, alla sua prima Festa dell’Uva come sindaco, ha parlato dell’importanza della manifestazione per il tessuto produttivo di Velletri. Un’importanza ripresa anche dal Consigliere regionale Eleonora Mattia che ha sottolineato come con questo evento Velletri: “Possa rientrare a pieno titolo nell’elenco delle città turistiche del Lazio”.

Alla presenza inoltre degli assessori Romina Trenta, Edoardo Menicocci, Romano Favetta, Francesco Cavola, Francesca Argenti, Giulia Ciafrei e dei consiglieri Giorgio Fiocco e Giorgio Zaccagnini, dei Consiglieri regionali Eleonora Mattia, presidente della IX Commissione e Daniele Ognibene, vice presidente della Commissione Agricoltura e Ambiente, monsignor Vincenzo Apicella, Vescovo di Velletri-Segni, ha coinvolto tutti i presenti in una preghiera beneaugurante.

I tre giorni di festa sono stati scanditi da convegni sul tema del vino e della vinificazione con un occhio alla produzione locale. Grazie alla presenza del Crea, della Fisar Roma-Castelli Romani e all’associazione Idee in Fermento, i visitatori hanno potuto degustare i prodotti locali e apprendere i primi rudimenti per chi ha voluto avvicinarsi all’affascinante mondo del vino.  Il Sistema Museale di Velletri insieme al Gruppo Archeologico, ha animato le vie del centro con percorsi tematici dai titoli: “Racconti d’arte e vendemmia tra vicoli e strade della città, fra canti e balli del territorio” e “I doni di Dioniso: del vino dei miti e dei canti”.

A seguito dei cortei in costume, una volta arrivati a piazza Cairoli, i visitatori hanno potuto assistere alla pigiatura. Ragazze a piedi nudi in costume storico hanno pigiato l’uva in enormi botti poste nella piazza centrale. “Ti presento Ildegarda Von Bingen, viaggio nella farmacopea medievale alla scoperta delle proprietà di uva vite e vino”. Visita guidata a cura dei Servizi Educativi de L’Orto del Pellegrino.

In piazza Mazzini una esposizione delle migliori etichette italiane di vini mossi, mentre in piazza Cairoli, il consueto Salotto del Vino con dieci cantine del territorio: Ciccariello, Le Quattro Vasche, Cinque Scudi, Azienda Agricola Riccardo Di Palma, Veliterna Vini Srl, Azienda Agricola Colle di Cese, Azienda Agricola Marco Serra, Azienda Agricola Castel De Paolis, Azienda Agricola Vigna Rioli, Azienda Agricola Agriavventura.

Ampio spazio all’arte grazie alle mostre di: Paola Fede dal titolo Presente A-Temporale a Porta Napoletana; alla mostra Collettiva LiGth che si è svolta all’interno della sede dell’associazione culturale All’Opera; all’estemporanea di pittura con utilizzo del vino in via Alfonso Alfonsi di Antonella Scaglione. Inaugurato il museo Luigi Magni e Lucia Mirisola, importante successo per la città di Velletri. Con il Premio poesie a cura di “La vigna dei poeti” e Velletri è stato ricordato Sandro Natalizi Autore Dialettale Veliterno. Velletri ha inoltre ricordato Giulio Montagna, Notaio delle tradizioni della terra, poeta veliterno.  L’esposizione di arte ed artigianato è stata curata dall’ Associazione Arte & Mestieri Castelli Romani.

Particolare attenzione è stata data ai più piccoli con iniziative curate apposta per loro in cui hanno imparato a pigiare l’uva per ricavarne il vino, cucinare particolari ricette ispirate all’uva e a dipingere.

Grande spazio all’intrattenimento serale grazie all’Orchestra Popolare Italiana e ad Ambrogio Sparagna, all’Orchestraccia, agli spettacoli teatrali curati da Int3cci, all’ evento moda Sulle note di Bacco curato dall’Associazione Evento Donna di Maria Grazia Tetti, e a tutte le band che hanno animato le numerose piazze e vie di Velletri. E, citando le parole del consigliere delegato all’organizzazione Mauro Leoni: “Vedere Velletri così viva, così piena di gente, faceva bene al cuore”; Leoni, che è già al lavoro per organizzare la Festa delle Camelie, prevista, come sempre, nel mese di marzo, ringrazia tutte le persone che hanno sposato il progetto che mirava al recupero dell’identità e delle tradizioni. Leoni conclude: “Il tutto esaurito che abbiamo registrato in piazza Cairoli per i tre eventi serali, non ha sminuito le altre location che, come abbiamo constatato insieme al Ministro alla Difesa, Elisabetta Trenta, che ci ha onorato della sua presenza domenica, erano gremite di gente.”

Dello stesso avviso il sindaco Orlando Pocci che è soddisfatto per le novità inaugurate quest’anno: “Abbiamo registrato un ottimo risultato, positivo anche per la nostra idea di rilancio del centro storico e delle attività commerciali. Ringrazio il consigliere delegato Mauro Leoni per l’ottimo lavoro svolto”.

Domenica pomeriggio la Festa dell’Uva e dei Vini è stata visitata anche dal Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, nostra concittadina accolta con gioia dal sindaco Orlando Pocci e dal consigliere Mauro Leoni.

“Non potevo mancare a questa edizione della Festa dell’Uva e dei Vini – ha sottolineato dal palco di piazza Cairoli il Ministro, che ha proseguito: “Sono felice di essere qui perchè è la prima Festa dell’Uva alla quale partecipo come ministro di questa Repubblica. Il mio ruolo lo interpreto anche considerando il mio essere cittadina di Velletri. Infatti, pur avendo una delega, quella alla Difesa, che sembra una realtà molto lontana dai comuni, sto già lavorando per tutti voi. Il mio primo progetto è stato infatti l’impiego nei territori comunali degli ausiliari, quei professionisti o militari vicini alla pensione o già in pensione che vogliono essere impiegati per garantire la sicurezza del territorio. Un progetto per cui il Comune di Velletri ha già fatto domanda per essere incluso.  Questo a dimostrazione che al centro della vita delle amministrazioni ci sono i cittadini e tutti, sia i ministri che gli amministratori comunali, possono e devono lavorare insieme per il bene comune. Sono a disposizione di Velletri come lo sono di tutta la Repubblica di cui ho l’onore di essere ministro. E ricordate l’importanza del vino e dell’uva per Velletri, più questa festa attrae visitatori, più il nome di Velletri diventa importante fuori dai nostri confini”

Ed è proprio seguendo questo spirito, sottolineato dal ministro Trenta, e forti delle notevoli presenze di questa edizione appena conclusa, che gli organizzatori sono già al lavoro per preparare l’89esima edizione.

I ringraziamenti sono d’obbligo anche da parte di Ottavia Lavino in rappresentanza di Blink Eventi e Comunicazione che anche quest’anno ha avuto l’onore di curare la comunicazione e l’ufficio stampa dell’evento. I ringraziamenti vanno quindi all’Amministrazione Comunale, al sindaco Orlando Pocci, al consigliere Mauro Leoni, alle Associazioni del territorio, alle Cantine, ai media partner, agli sponsor che hanno investito in questa edizione e a tutte le testate che si sono impegnate nel diffondere il nostro invito.

 

Fonte: Ufficio Stampa Blink Eventi e Comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *