Comunicati | 5 Novembre 2015 | Fabio Ciarla

Barbera d’Asti a 5 stelle

Le 5 stelle assegnate alla Barbera d’Asti sono il logico premio che Anteprima Vendemmia ha voluto riconoscere al più diffuso vitigno piemontese, ormai testimone globale della bellezza del Monferrato.

Torino, 5 novembre 2015. Un’annata straordinaria, paragonabile a poche altre nella storia della Barbera d’Asti, che non può non essere premiata con le 5 stelle. Questa l’analisi che emerge da Anteprima Vendemmia 2015, appuntamento organizzato da Regione Piemonte, Piemonte Land of Perfection e Vignaioli Piemontesi.

È dalle parole che l’Assessore Giorgio Ferrero ha speso per spronare la viticoltura piemontese verso quella qualità indispensabile a garantire redditività e quindi preservazione delle nostre colline, che emerge l’importanza di annate come questa, a detta dello stesso Assessore punto di non ritorno lungo la strada della qualità.

“I nostri sono spesso più oneri che onori – gli fa eco il Presidente del Consorzio Mobrici – Fortunatamente ci sono annate come queste, in cui la Barbera d’Asti mostra tutto il suo splendore, a renderci non soltanto fieri di produrla, ma anche fiduciosi nei riguardi delle sue prospettive economiche. Agli ormai consolidati sbocchi in USA e Canada si stanno aggiungendo numerosi altri paesi, tra cui ho il piacere di segnalare quelli scandinavi, entusiasti dei possibili abbinamenti di cui il nostro vino è capace. È proprio grazie a questa continua evoluzione che posso oggi affermare, con orgoglio, che la Barbera d’Asti continua ad essere il vino piemontese più consumato nel mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.