Comunicati | 6 Settembre 2017 | Fabio Ciarla

B.EVI. presenta Champagne Georges Vesselle e Champagne Michel Mailliard. Due nuove maison nel portafoglio della distribuzione veronese

 

Settembre, tempo di presentazioni e novità per B.EVI.: la distribuzione di vini francesi con sede a Verona e fondata da Sergio Bruno lo scorso Febbraio inizia la stagione autunnale presentando due significativi nuovi inserimenti nel suo portafoglio, Champagne Georges Vesselle e Champagne Michel Mailliard.

Champagne Georges Vesselle è un RM (ndr: Récoltant Manipulant, ovvero una cantina che produce esclusivamente con uve di sua proprietà) e la sede aziendale è a Bouzy, villaggio situato nella regione più settentrionale della Champagne, la Montagne de Reims; Bouzy appartiene al novero dei 17 Grand Cru, ovvero la più alta categoria per uno Champagne così come da classificazione ufficiale dettata dalla “echelle des crus”, che ha suddiviso i vigneti in base al prezzo di vendita dell’uva. La maison appartiene alla famiglia Vesselle, che affonda le sue origini nel XVI secolo e che vede attualmente alla guida i fratelli Eric e Bruno, i quali producono esclusivamente una gamma di Grand Cru che nasce da 17 ettari vitati: lo stile delle cuvée è contraddistinto da cenni di frutti rossi ed arancia essiccata uniti a spiccata freschezza e lungo finale.

La seconda novità è anch’essa un RM: si tratta di Champagne Michel Mailliard, cantina ubicata a Vertus, villaggio a Sud-Est di Epernay e classificato come Premier Cru: esso è localizzato nel cuore della Cote des Blanc, regione in cui predomina il vitigno Chardonnay che qui esprime al massimo le sue caratteristiche di eleganza e complessità.

Le origini dell’azienda risalgono al 1894, e attualmente a guidare la produzione con 23 ettari di proprietà piantati prevalentemente a Chardonnay sono la terza e la quarta generazione, con a capo Michel Mailliard: dal punto di vista della produzione l’obbiettivo è sempre stato quello di preservare lo stile della maison, che è segnato da un profilo aromatico raffinato e da un uso limitato di vin de reserve, che per Michel non è mai solo comunque una questione enologica, ma anche emozionale e culturale.

Con questi due ingressi nel catalogo aziendale B.EVI. ha realizzato alcuni punti di un programma ben più ampio che condurrà anche ad allargamenti già nei prossimi mesi, quando verranno presentate ulteriori cantine provenienti da altre regioni vitivinicole francesi; al momento è stato completato il progetto specifico legato allo Champagne che Sergio Bruno aveva concepito originariamente e che consisteva nella distribuzione di una maison rappresentativa di ciascuna regione vitivinicola: ecco che quindi B.EVI. attualmente conta Champagne de Barfontarc dell’Aube, Laurent Lequart della Vallée de la Marne, Georges Vesselle della Montagne de Reims e Michel Mailliard della Cote des Blanc.

B.EVI ha iniziato a vendere le nuove cantine nel territorio italiano a partire da questa settimana: è iniziato un autunno ricco di novità

 

Fonte: PR & Communications – PERLE & PERLAGE di Claudia Bondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.